Tre punti pesantissimi

Il Cassino ottiene tre punti pesantissimi in Sardegna e acciuffa il quinto posto in classifica, l’ultimo valido per accedere ai playoff. Gli azzurri passano sul difficile campo della Torres con un netto 1-4, anche se nella ripresa gli isolani hanno avuto la possibilità su rigore di rientrare in partita. Ora la squadra di Urbano è a quota 55 in graduatoria, con gli stessi punti del Monterosi, ieri sconfitto a Lanusei. Per il Cassino si tratta della quarta vittoria consecutiva, a testimonianza del grande momento di forma di Carcione e compagni. Urbano per questa trasferta sarda deve rinunciare a quattro pedine importanti come Prisco, Scibilia, Lombardi e Camara. Debutta dal primo minuto il giovane classe 2001 Cocorocchio.

Cassino seguito in questa lunga trasferta da ventitré tifosi che per tutta la gara hanno incitato la squadra. Al 2′ azzurri già pericolosi con una punizione calciata da Carcione e respinta da Cancelli. Poco dopo primo squillo dell’incontro da parte della Torres con una conclusione di Spinola piuttosto velleitaria e che si spegne sul fondo. Al minuto 16 il Cassino passa in vantaggio. Sugli sviluppi di un corner il tocco vincente è di Di Filippo che dunque sblocca l’incontro. La squadra di Urbano controlla il match, colleziona corner e al 29′ trova la rete del raddoppio. Tribelli è il più lesto di tutti a rubare palla sulla tre quarti e con un bel pallonetto silura Cancelli. Grande festa in campo e sugli spalti di fede azzurra. La Torres è frastornata e non riesce a rendersi particolarmente pericolosa. Il più propositivo è Sarritzu che mette al centro dell’area avversaria un paio di cross interessanti su cui però nessuno riesce a essere incisivo. Palombi respinge con i pugni una punizione di Spinola e allo scadere della prima frazione il Cassino trova la terza rete. Protagonista ancora Tribelli che con un pregevole colpo di tacco beffa Cancelli. Nella ripresa l’11 cassinate si culla un po’ troppo sugli allori e rischia di vanificare quanto fatto di buono nei primi 45 minuti. Al 55′ la Torres accorcia le distanze con Demartis che direttamente su calcio di punizione batte l’incolpevole Palombo. I sardi ci credono e con Sarritzu sfiorano la seconda marcatura. Al 77′ il direttore di gara concede un rigore alla squadra di casa ma Camilli dagli undici metri trova un grande Palombo che intuisce la traiettoria della palla e dice di no al giocatore sardo. Passano i minuti, superato lo spavento il Cassino si riorganizza e in pieno recupero ottiene un calcio di rigore, che Marcheggiani con freddezza non sbaglia.

TORRES: Cancelli, Bilea, Lazazzera (74′ Salata), Piriottu (46′ Saba), Peana, Minutolo, Sarritzu, Bianco, Spinola (46′ Demartis), D’Alessandro, Camilli. A disposizione Pinna, Briukhov, Pinna R, Fiori, Chelo, Sotgiu. Allenatore Sanna

CASSINO: Palombo, Tomassi, Cocorocchio (83′ Mattera), Di Filippo, Nocerino, Carcione, Ricamato, Darboe, Tirelli, Tribelli (83′ Salera), Marcheggiani. A disposizione Della Pietra, Fragnoli, Di Pinto, Zegarelli. Allenatore Urbano.

Arbitro Silvera di Valdarno.

Marcatori: 16′ Di Filippo, 29′ e 44′ Tribelli, 55′ Demartis, 93′ Marcheggiani (rig.).

Lascia un commento

Comment
Name*
Mail*
Website*